Saperne di più

La qualità: perché - Chi siamo - Filosofia della qualità - Benefici derivanti dal Marchio Itals Qualità

Il primo Marchio di Qualità per l’insegnamento

Il Laboratorio Itals ha creato per primo in Italia a seguito di una ricerca accademica, un marchio di qualità e questo perché vogliamo far si che finalmente si inizi a riconoscere la professionalità dell’insegnamento dell’Italiano come lingua straniera e seconda.

Perché questo progetto? Si tratta di un lavoro che nasce da lontano: alcuni anni fa il Dipartimento di Scienze del Linguaggio dell’Università Cà Foscari di Venezia  ha elaborato un’ipotesi di approfondimento sulla qualità nell’insegnamento delle lingue che ha portato a sviluppare un programma di ricerca di dottorato affidato al prof. Marco Mezzadri dal titolo “ La qualità dell’insegnamento delle lingue straniere” ed. Guerra, Perugia 2005.

Questo lavoro si propone di attingere all’esperienza della qualità, in particolare nel mondo dell’economia, e di adattarlo all’ambito dell’insegnamento delle lingue.
Il progetto è ambizioso e soprattutto all’avanguardia.

Se da un lato la società esprime esigenze di qualità, pretende risposte coerenti, sa individuare gli elementi dell’efficienza, capisce come cercare di far rispettare i diritti del cittadino, dall’altro il mondo dell’insegnamento delle lingue opera in modo quasi schizofrenico: in certi ambiti si adegua, anzi promuove la filosofia della qualità  e ne coglie il valore fortemente moderno, come nel caso delle certificazioni linguistiche o didattiche, in altri sembra quasi mummificato, incapace di trasformare gli elementi della qualità gia; presenti al proprio interno e di diffonderli a tutto il sistema.

Di alta qualità sono spesso gli insegnanti o i materiali didattici, le strutture a volte o i progetti di ricerca in atto, eppure si sente che manca un approccio di sistema.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

You can use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>